logo caf cndl


SEI IN HOME - NASPI - DISOCCUPAZIONE

NASPI NASPI – Indennità mensile di disoccupazione

 

La nuova assicurazione sociale per l’impiego (naspi), è un’indennità mensile di disoccupazione, che sostituisce le precedenti prestazioni di disoccupazione, in relazione agli eventi di disoccupazione involontaria che si sono verificati a decorrere dal 01 maggio 2015. La domanda va presentata entro 68 giorni dal termine del rapporto di lavoro, altrimenti non sarà più possibile effettuare la domanda. Per poter accedere alla prestazione occorrono 13 settimane contributive negli ultimi 4 anni e 30 giorni lavorativi consecutivi.

 

La NASpI spetta ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che hanno perduto involontariamente l’occupazione, compresi: apprendisti, soci di cooperative, personale artistico con lavoro subordinato e dipendenti a tempo determinato delle pubbliche amministrazioni. Non possono accedere alla prestazione: dipendenti a tempo indeterminato, operai agricoli, lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavoro stagionale, lavoratori che hanno maturato i requisiti per pensionamento (anticipato o di vecchiaia), lavoratori titolari di assegno di invalidità.

 

La NASpI spetta a partire: dall’ottavo giorno successivo alla data di cessazione del rapporto di lavoro, se la domanda viene presentata entro l’ottavo, oppure dal giorno successivo la domanda se viene presentata dopo l’ottavo giorno.

 

dall’ottavo giorno successivo al termine del periodo di maternità, malattia, infortunio sul lavoro, se la domanda viene presentata entro l’ottavo giorno, altrimenti dal giorno successivo alla presentazione della domanda.

 

dal trentottesimo giorno successivo al licenziamento per giusta causa, se la domanda viene presentata entro il trentottesimo giorno, altrimenti dal giorno successivo alla presentazione della domanda.

 

La NASpI è corrisposta mensilmente per il 50% dell’ultimo periodo lavorativo, per un massimo di 2 anni, e la misura della prestazione è pari al 75% della retribuzione media mensile; dopo il quarto mese di percezione, la retribuzione si riduce del 3% ogni mese. La prestazione è sospesa in caso di rioccupazione o nuova occupazione, ma non è detto che venga sospesa se il reddito percepito è molto basso perchè, in quel caso, la naspi funge da “integrazione” al reddito. In caso di lavoro all’estero, se la persona si reca in un paese dell’Unione Europea, Svizzera, Norvegia, Islanda, o Liechtenstein alla ricerca di lavoro, egli continua ad avere il diritto a percepire la prestazione di naspi per un periodo massimo di tre mesi. In caso di persona che si reca all’estero in un paese dell’Unione Europea, Svizzera, Norvegia, Islanda o Liechtenstein per motivi diversi dalla ricerca di lavoro, egli ha diritto a continuare a percepire la naspi normalmente. Recandosi in un paese extracomunitario alla ricerca di lavoro si conserva comunque il diritto a percepire la prestazione di disoccupazione.

 

DOCUMENTI NECESSARI PER INOLTRO DOMANDA

 

Carta d’identità richiedente

 

Codice fiscale richiedente

 

Ultima busta paga in possesso

 

IBAN richiedente (foglio Banca/Poste)

 

Indicare Titolo di studio

 

Indicare e-mail

 

Recapito telefonico (cellulare)

 

Se attive posizioni autonome indicare il reddito presunto per l’anno in corso

 

Data in cui si è concluso il rapporto di lavoro

 

Lettera di licenziamento nel caso il rapporto si sia concluso per licenziamento

 

 

PDF   SCARICA I DOCUMENTI PER LA DOMANDA DI NASPI >>>>>